AQUA PROJECT

Aqua Project

Dopo il successo della prima edizione nel 2017, Zoomark International 2019 ha visto il ritorno di Aqua Project, l’evento studiato per dare risalto all’industria del settore acquariofilo e coinvolgere direttamente le aziende del comparto, che hanno risposto con fiducia e, durante la manifestazione, hanno mostrato le loro più importanti novità.

Quest’anno l’obiettivo era uscire dagli schemi e mostrare la grande versatilità dell’acquario, dotato delle più moderne tecnologie per dare vita a versioni insolite e sorprendenti nella loro semplicità.

Cuore pulsante di Aqua Project è stata la grande area centrale all'interno del Padiglione 29, in cui si susseguivano vasche dalle dimensioni eccezionali, un laghetto e gli acquari allestiti direttamente dagli espositori per ricreare habitat e suggestioni diverse e stimolanti.

Se è vero che negli ultimi decenni siamo stati abituati a osservare acquari d’acqua dolce tropicale ricchi di vegetazione e popolati dai pesci più insoliti, che provengono da fiumi del centro e sud America o da remote località del sud est asiatico, uno spettacolare acquario di m 2x2 ha dimostrato che è possibile conciliare le esigenze degli orifiamma con quelle delle piante acquatiche. Le grandi dimensioni e le speciali caratteristiche della vasca hanno permesso anche di progettare il suo prolungamento in un laghetto ornamentale,  affascinante e piacevole da osservare da un’inconsueta prospettiva.  Ciottoli, sabbie, giochi d’acqua, Nymphaee, Papiri e piante palustri hanno trovato la giusta collocazione decorando in modo naturale l’acquario da 2 metri, catturando lo sguardo di tutti i visitatori.
Forme, guizzi e colori i temi che scorrevano in oltre 2000 litri d’acqua.

Un trittico di acquari, ciascuno da m 1x1, realizzati in un unico allestimento senza soluzione di continuità era l’omaggio degli aquascaper di Aqua Project a una figura emblematica che ha rivoluzionato il concetto di acquario naturale e amore per la natura a 360 gradi: Takashi Amano. Il tema si svolgeva dentro e fuori l’acqua, con rocce e legni che emergevano e si tuffavano tra la folta vegetazione ricreata da piante tropicali lussureggianti.

A impreziosire il progetto, il 7 maggio si è svolto il seminario GLI ACQUARI NEL CONTESTO ARCHITETTONICO: PROBLEMI, SOLUZIONI E BEST PRACTICES, organizzato in collaborazione con la rivista Abitare sul tema “Architettura e Acquari”. L’incontro ha permesso di conoscere esempi di livello internazionale e di affrontare problemi e soluzioni legate all’inserimento degli acquari in un contesto architettonico. Al termine del seminario, si è svolta una visita guidata all’area Aqua Project.

 

 

Il concept di Aqua Project, gli acquari e il laghetto sono stati realizzati in collaborazione con