19/10/2018

CRESCONO GLI ALIMENTI GATTO

In termini di canalizzazione le dinamiche principali sono le seguenti: le Catene hanno raggiunto l'11% del fatturato verso il 9.8% dello scorso anno, in flessione il peso dei Petshop Tradizionali (24.6% del fatturato vs 24.9% del 2016), degli Ipermercati (10.3% vs 10.6% del 2016) del Libero Servizio Piccolo (6.7% vs 7.1% del 2016).

Il segmento principale degli alimenti per gatto è rappresentato dall'umido, che copre circa due terzi del meracto (62.4% a valore) e cresce del 2.7%. Il fatturato di questo segmento si concentra fortemente sul Grocery (68.3% delle vendite a valore), dove nell'ultimo anno ha sviluppato un fatturato sostanzialmente in linea con lo scorso anno (+0.1%).

Il segmento risulta in crescita nelle superfici specializzate: il segmento nel 2017 ha sviluppato una crescita del +5.8% nel Petshop Tradizionale (21.3% del valore complessivo dell'umido gatto) e del +16.1% nelle catene (10.3% del fatturato).

Il secco gatto realizza il 34.2% delle vendite degli alimenti per gatto e cresce del 3.1%: la crescita è trainata dal Grocery (+3.7% a valore vs il 2016) che sviluppa il 56.6% del fatturato e delle catene (+16.7% a valore vs il 2016) che sviluppano il 12.2% del fatturato. Flessione del segmento nei Petshop Tradizionali (-2.5% delle vendite a valore vs il 2016) che veicolano il 31.2% del fatturato. Gli snack per gatto sono un segmento piccolo ma in crescita: nel 2017 la quota sul totale alimenti gatto ha raggiunto il 3.3%. Sono particolarmente in crescita nel Grocery (+9.5% a valore) e nelle Catene (+12.7% a valore); lieve flessione nei Petshop Tradizionali (-0.4%).

RITORNA