01/05/2019

INCLUSIONE DEI PET NEL CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE ITALIANA

Dopo l'Anagrafe nazionale degli animali d'affezione e l'inclusione dei pet nello stato di famiglia, il tassello finale è costituito dall'introduzione degli animali da compagnia nei censimenti permanenti della popolazione che, dal 2018, saranno realizzati continuativamente dall'Istat (anziché ogni dieci anni). Questa innovazione fornirebbe un interessante e dettagliato quadro sociale relativo alle tipologie di famiglie che accolgono dei pet, nonché permetterebbe di disporre di ulteriori dati sulla popolazione di animali d'affezione nel nostro Paese.

"E' davvero sorprendente - ha affermato Carla Rocchi dell'ENPA - che un aspetto così rilevante e in costante espansione nella nostra società, come è oggi il condividere la propria esistenza con un cane o un gatto, non sia ancora stato preso in considerazione da questo strumento che si dimostra invece sempre attento a prendere in considerazione mode e tendenze decisamente più marginali".

Non è superfluo far presente che l'inserimento dei pet nei Censimenti Istat sarebbe un'iniziativa a costo zero: infatti, si tratterebbe semplicemente di aggiungere al questionario una voce con domande sul numero e tipo di animali da compagnia posseduti.

RITORNA